sabato 14 settembre 2013

Tornadelli al ragù di toro (Tornadelli ragout of bull)


Ingredienti:

per il ragù:
- 400 grammi di macinato di toro
- 1 grossa cipolla rossa
- 6 carote
- 2 coste di sedano
- 600 ml di passata di pomodoro
- 1/2 tubetto di concentrato di pomodoro
- 1 bicchiere di vino bianco
- 1,5 litri di brodo vegetale
- sale, pepe Qb

per i tornadelli:
- 400 g di patate lessate con la buccia (io ho usato quelle di Colfiorito)
- 150 g di farina 00
- 1 uovo 
- 150 g di Parmigiano
- sale Qb

Iniziamo dal ragù. In una casseruola fate soffriggere la cipolla tagliata a fettine sottili. Una volta che sarà ben dorata aggiungete il sedano e le carote tagliate a pezzetti abbastanza grossi. Fate cuocere il tutto aggiungendo se necessario un mestolo di brodo. Una volta che le verdure saranno cotte ma ancora ben croccanti aggiungete il macinato di toro. Fate cuocere sgranando con una forchetta. Quando sara molto ben rosolato sfumate con il vino bianco. Mescolate con cura ed aggiungete la passata di pomodoro ed il concentrato. Aggiungete un pizzico di sale e uno di pepe. Aggiungete qualche mestolo di brodo. Lasciate sobbollire per almeno 3 ore mescolando di tanto in tanto ed aggiungendo altro brodo. Solo quando saranno trascorse le tre ore regolate di sale.
Passiamo ai tornadelli. Lessate le patate con la buccia in abbondante acqua salata. Una volta cotte scolatele e velocemente passatele nello schiacciapatate distribuendole su una spianatoia. Lasciatele intiepidire. Aggiungete quindi la farina, il parmigiano e l'uovo. Regolate di sale ed iniziare a lavorare. Ottenete un impasto né troppo morbido né troppo duro aiutandovi con la farina. Lasciate riposare l'impasto coprendolo con della pellicola. Tagliatene dei piccoli pezzetti e formate dei filoncini. Tagliate quest'ultimi con un coltello in pezzetti delle stesse dimensioni creando così gli gnocchi lisci. Cospargeteli con della farina per non farli attaccare e diamo vita ai tornadelli veri e propri!!! Potrebbero sembrare dei semplici gnocchi rigati...ma non lo sono!!! Infatti per realizzare un tornadello si praticano delle righe tutte attorno allo gnocco liscio (e non solo su di un lato come per quello rigato) con il mattarello da tagliolini! Basta semplicemente far scorrere lo gnocco liscio tra palmo della mano e questo particolare tipo di mattarello e....svuishhhhh!! Tornado in arrivooooo!!! 
Cuoceteli in abbondante acqua salata. Scolateli ed condite con il ragù di toro. Cospargete con del Parmigiano grattugiato e.... Buona tempesta!!!! 

8 commenti:

  1. Ciao! ma sai che non avevo idea che si mangiasse il toro? credevo fosse destinato solo alla riproduzione! e la mia ignoranza non finisce qui! non conoscevo il mattarello da tagliolini! sono andata a cercarlo su google!:D

    RispondiElimina
  2. Che scoperta, Tommaso! Un ragù davvero insolito! Ed i tornadelli? Un capolavoro! Sei sempre bravissimo!
    Un abbraccio e buona domenica!
    MG

    RispondiElimina
  3. Ragù di toro???? Mi incuriosisce... come mi incuriosiscono questi tondarelli. Insomma, mi piacerebbe assaggiare questa prelibatezza! ^_^
    Complimento Tommaso, un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. E' un ragù un po' particolare e da provare senz'altro!!! Sono dei tori particolari allevati per la loro carne particolarmente tenera...non è il classico toro da Corrida per intenderci! :D
    I tornadelli sono nati così...per caso! Ma li rifarò senz'altro!

    RispondiElimina
  5. MA che belli questi tornadelli! Non li conoscevo e me ne sono innamorata, oddio, mi toccherà comprare il mattarello apposta... ^_^
    Anche il ragù di toro non l'ho mai assaggiato, ma che belle scoperte che si fanno!
    Grazie per la bella ricetta.
    A presto!

    RispondiElimina